Amplificatori Integrati Ibridi

Amplificatori Integrati Ibridi

Ci sono 5 prodotti.
Visualizzo 1 - 5 su 5 articoli
  • Opera Consonance R150
    Available
    Opera Consonance R150
    R150

    Consonance R150 Hybrid, Amplificatore ibrido in Classe A "fredda" con valvola 6H30 nella sezione di preamplificazione, 120 Watt/Canale, Telecomando.

    2 000,00 €
    0 1 2 3 4 0 Recensione(i) 
  • Xindak XA6950(II)
    Available
    Xindak XA6950(II)
    XA6950-II

    Xindak XA6950(II) Amplificatore Ibrido integrato con valvole 6922 nella sezione di preamplificazione, struttura dual-mono simmetrica con doppio trasformatore toroidale. Evoluzione ed upgrade del modello (09).

    1 599,00 €
    0 1 2 3 4 2 Recensione(i) 
  • Xindak XA6200-08
    Available
    Xindak XA6200-08
    XA6200-08

    Xindak XA6200-08 Amplificatore Ibrido integrato con due valvole 6922 nella sezione di preamplificazione, transistor di potenza Motorola. 100 Watt per canale.

    1 099,00 €
    0 1 2 3 4 0 Recensione(i) 
  • Xindak XA6900-II
    Available
    Xindak XA6900-II
    XA6900-II

    Xindak XA6900-II Amplificatore Ibrido integrato con valvole 6922 nella sezione di preamplificazione, doppio trasformatore toroidale. Display, Telecomando.

    1 099,00 €
    0 1 2 3 4 0 Recensione(i) 
  • Xindak XA6950(09)
    Non disponibile
    Xindak XA6950(09)
    XA6950-09

    Xindak XA6950(09) Amplificatore Ibrido integrato con valvole 6922 nella sezione di preamplificazione, struttura dual-mono simmetrica con doppio trasformatore toroidale.

    1 490,00 €
    0 1 2 3 4 0 Recensione(i) 

Amplificatore ibrido - Come funziona e come scegliere il migliore

Gli Amplificatori Integrati Ibridi uniscono, al tempo stesso, i vantaggi dei due mondi della amplificazione: quello valvolare e quello a transistor. Nella maggior parte dei casi, la progettazione ibrida in un amplificatore, prevede la adozione di valvole nello stadio di preamplificazione, e di transistor nello stadio di potenza (o stadio di uscita). Questo particolare connubio assicura all'ascoltatore due benefici.

Il primo è quello di mantenere la tipica timbrica valvolare: quindi un suono dolce, morbido, poco affaticante e particolarmente arioso. Il secondo beneficio, inoltre, è quello di sfruttare la potenza dello stadio di uscita a transistor per poter pilotare, con grande autorità, anche diffusori non propriamente sensibili.

Un amplificatore ibrido, quindi, è particolarmente indicato per tutti gli appassionati di musica che desiderino ottenere un suono da valvolare, unito alla potenza impulsiva tipica di uno stato solido.

Alcuni modelli di ibridi, sono caratterizzati da uno schema costruttivo dual-mono, ovvero da un disegno progettuale ad alta simmetria tra i due canali stereofonici.

Il risultato è quello di una migliore separazione tra il canale destro e quello sinistro, con ridotto effetto di diafonia (crosstalk).

Vuoi approfondire il funzionamento sugli amplificatori valvolari? Leggi la nostra Guida ai valvolari. Se invece sei interessato a saperne di più sugli amplificatori a stato solido, allora abbiamo preparato questa Guida alla scelta di un amplificatore Hi-Fi.